Vivere con il Diabete

PROF. DOTT. FRANCESCO PEVERINI

Diabete tipo 1 (insulinodipendente) e tipo 2 (non insulinodipendente); Diabete della gravidanza (Gestazionale); prediabete

Sia che sia stato diagnosticato di recente o che tu stia combattendo contro il diabete di tipo 1 o di tipo 2 da qualche tempo o sei di aiuto ad una persona cara, sei nel posto giusto. Questo spazio è l’inizio di una comprensione più profonda di come puoi vivere una vita più sana, con tutti gli strumenti, i consigli sulla salute e le idee alimentari di cui hai bisogno.

Ovunque tu sia con questa malattia, sappi che hai molte opzioni e che non devi essere condizionato dall’idea che la tua esistenza sia compromessa. Puoi ancora vivere la tua vita: tutto ciò che devi fare è agire e attenerti ad alcune regole.

La consapevolezza del Diabete di TIPO 1

Ecco cosa è meglio sapere sul Diabete di tipo 1: ad oggi, 300.000 italiani hanno questa forma di Diabete e migliaia di persone vengono diagnosticate ogni anno. Il diabete di tipo 1 si presenta ad ogni età, nelle persone di ogni razza e di differente struttura corporea, anche se di solito, in giovane età; l’unico trattamento possibile è quello con insulina. Non c’è da vergognarsi della diagnosi. Imparare il più possibile e lavorare a stretto contatto con il team che si prende cura del diabete può darti tutto ciò di cui hai bisogno per proseguire la tua vita serenamente.

Nel diabete di tipo 1, il pancreas non produce insulina. 

Il corpo scompone i carboidrati che mangi in zuccheri che fluiscono nel sangue e che sono usati per produrre energia; l’insulina è l’ormone di cui il corpo ha bisogno per ottenere che il glucosio passi dal flusso sanguigno nelle singole cellule. 

Con l’aiuto della terapia insulinica, di altri trattamenti e con il controllo dei valori della glicemia, tutti possono imparare a gestire le proprie condizioni e vivere una vita lunga e sana.

Ricorda: questa è una condizione che può essere agevolmente gestita. Vivendo uno stile di vita sano pieno di esercizio fisico e una dieta adeguata, puoi vivere una vita normale e fare tutto ciò che hai deciso di fare.

Comprensione del Diabete di TIPO 2

Il diabete di tipo 2 è la forma più comune di diabete (oltre 3 milioni di persone in Italia). Il corpo non usa correttamente l’insulina. E mentre alcune persone possono controllare i livelli di zucchero nel sangue con un’alimentazione sana e l’esercizio fisico, altre potrebbero aver bisogno di farmaci o insulina per aiutarla a gestirlo. Indipendentemente da ciò, hai opzioni e strumenti, risorse e supporto per aiutarti a combattere.

Una parte fondamentale della gestione del diabete di tipo 2 è il mantenimento di una dieta sana. 

Devi mangiare qualcosa di sostenibile per l’organismo che aiuti a sentirti meglio e che ti faccia sentire comunque felice e nutrito. 

Ricorda, tutto questo è un processo attivo. 

Devi lavorare per trovare utili suggerimenti e programmi dietetici che meglio si adattano al tuo stile di vita e fare in modo che il tuo apporto nutrizionale sia il più adatto alle tue esigenze.

La forma fisica è un’altra opportunità cruciale per gestire il Diabete di tipo 2. E la buona notizia, tutto ciò che devi fare è semplicemente muoverti. Sarà tuo compito trovare attività fisiche che ami e dovrai svolgerle il più spesso possibile. Non importa quanto tu sia in forma; una piccola attività ogni giorno può aiutarti a combattere il Diabete di tipo 2 e fornirti il controllo della tua vita.

Diabete Gestazionale

Diabete gestazionale e bambino sano? Sì. Può essere una diagnosi in grado di generare preoccupazione, ma è abbastanza comune.

Quasi il 7 percento delle gravidanze in Italia è infatti complicato dal Diabete Gestazionale, 40.000 casi ogni anno. Quindi sappi che non sei sola.

Questo non significa che hai avuto il Diabete prima di concepire o che avrai il Diabete dopo il parto. 

Significa semplicemente che, lavorando con il tuo medico, puoi avere comunque una gravidanza sana e un bambino sano. 

In ogni caso, oggi hai tutto il supporto di cui hai bisogno sia per te che per il tuo bambino.

Non sappiamo quali siano le cause del diabete gestazionale, ma sappiamo che esistono delle condizioni che possono favorirne la comparsa. Tra queste:

  1. la familiarità per diabete mellito tipo 2
  2. l’età della madre superiore ai 35 anni
  3. il Diabete mellito gestazionale in una gravidanza precedente
  4. una macrosomia (bambino alla nascita con peso superiore a 4 kg) in una gravidanza precedente
  5. sovrappeso/obesità prima della gravidanza
  6. presenza di zuccheri nelle urine
  7. sindrome dell’ovaio policistico

Il diabete gestazionale può presentarsi quando il corpo della madre non è in grado di produrre e/o utilizzare tutta l’insulina di cui ha bisogno per la gravidanza. Senza una quantità sufficiente di insulina, il glucosio non può lasciare il sangue ed essere trasformato in energia. Quando il glucosio si accumula nel sangue, si definisce iperglicemia.

Qualunque sia la causa, puoi lavorare con il tuo medico per elaborare un piano e mantenere una gravidanza sana fino alla nascita. E’ necessario fare domande e chiedere aiuto per gestire e combattere il diabete gestazionale.

Come puoi trattarlo

La chiave è agire rapidamente. Per quanto sia curabile, il diabete gestazionale può ferire te e il tuo bambino; aumenta infatti il rischio di complicazioni in gravidanza e al momento del parto.

Il trattamento punta a mantenere normali i livelli di zucchero nel sangue. Può includere piani alimentari speciali e regolare attività fisica. Può anche includere test giornalieri di zucchero nel sangue (automonitoraggio) e eventualmente un periodo di iniezioni di insulina.

Suggerisco il seguente obiettivo di normalità per le donne che testano i livelli di zucchero nel sangue durante la gravidanza (valori di glicemia desiderabili):

Prima di un pasto:                   95 mg/dl o meno

Un’ora dopo un pasto:            140 mg/dl o meno

Due ore dopo un pasto:          120 mg/dl o meno

Come in tutte le forme di Diabete, dieta ed esercizio fisico possono aiutarti ad avere il controllo della situazione. Con il Diabete Gestazionale, mantenere una dieta equilibrata è parte integrante del tuo successo. Il medico può aiutarti a sviluppare un piano alimentare che abbia senso per te, aiutandoti a identificare i cibi migliori, i pasti veloci più appropriati, suggerimenti, che possono aiutarti a rimanere sana e forte.

Anche l’esercizio fisico è fondamentale. Collabora con il tuo specialista per determinare il livello di attività fisica sicura per te e il tuo bambino durante la gravidanza. L’importante è agire il più rapidamente possibile e rimanere al top delle proprie condizioni. È una situazione transitoria, curabile e gestibile. Ed è una lotta che puoi vincere.

Prediabete o rischio di avere in futuro il diabete

La buona notizia è che puoi prevenire o ritardare il diabete di tipo 2.

Una volta avuta la notizia di un prediabete, tutto quello che devi fare è decidere di mantenere un peso corporeo normale, di mangiare bene e sano, di essere fisicamente attivo. Se sei a rischio, uno stile di vita sano insieme a un trattamento precoce può, per molti soggetti, riportare effettivamente i livelli di zucchero nel sangue a un livello normale. Quindi agisci.

Se stai cercando idee su come iniziare o invertire l’andamento di ciò che è già in corso, a una vasta gamma di idee per il fitness, per un piano nutrizionale adeguato e tanti suggerimenti per aiutarti ad andare avanti. Ma non importa quello che farai all’inizio, fai qualcosa comunque perché il potere di vivere la vita che vuoi è interamente nelle tue mani.

Ci sono molti fattori che puoi controllare. Il prediabete è una condizione che può portare al diabete di tipo 2 e persino alle malattie cardiache. Le tue possibilità di avere il prediabete aumentano se:

  1. hai 45 anni o più
  2. sei ispanico, latino, indiano d’America, asiatico americano o delle isole del Pacifico, nero
  3. hai un genitore, un fratello o una sorella con diabete
  4. sei in sovrappeso
  5. sei fisicamente inattivo
  6. hai la pressione arteriosa alta o prendi medicine per la pressione alta
  7. hai colesterolo HDL basso e/o trigliceridi alti
  8. hai avuto il diabete durante la gravidanza
  9. ti è stata diagnosticata la sindrome dell’ovaio policistico

Gestione dei farmaci Scopri i farmaci per il diabete.

Diabete di tipo 1 significa usare insulina. Tuttavia, se hai il diabete di tipo 2, i piani di trattamento possono cambiare a seconda di chi sei (della tua particolare condizione clinica).  Alcune persone possono gestirlo con un’alimentazione sana ed esercizio fisico o con farmaci per via orale, mentre altri possono anche aver bisogno di usare l’insulina da sola o in associazione alle compresse. È comune che le tue medicine possano cambiare nel tempo. E questa è una buona cosa. La cosa più importante è sentirti al meglio.

Farmaci orali

Esistono molti tipi diversi di farmaci che possono funzionare in diversi modi per ridurre la glicemia. A volte un farmaco sarà sufficiente, ma in altri casi, il medico può prescrivere una combinazione di farmaci. Importante è parlare con il medico e cercare sempre di capire cosa viene prescritto e come funziona.

 Una guida rapida all’insulina 

Se hai appena iniziato con l’insulina, può volerci del tempo ad abituarsi. In poco tempo diventerai un professionista. L’insulina è un ormone naturale prodotto dal pancreas. Se ti viene prescritta l’insulina, potrebbe essere perché il tuo corpo non la produce (diabete di tipo 1) o il tuo corpo non la usa correttamente (diabete di tipo 2). Esistono molti tipi di insulina, che differiscono tra loro per come sono fatti, per come e per quanto tempo funzionano nel corpo e per quanto costano (potrebbero necessitare di piani terapeutici ospedalieri per acquisirli).  Il medico ti aiuterà a trovare il giusto tipo di insulina per le tue esigenze di salute. Quando si tratta di siringhe, il medico consiglierà su quale capacità è necessaria in base alla dose di insulina. In generale, le siringhe di capacità inferiore possono essere più facili da leggere e trarre una dose accurata. Ecco alcuni consigli:

  • Se la dose maggiore è vicina alla capacità massima della siringa (1 ml), si può prendere in considerazione l’acquisto della misura successiva (2 ml) nel caso in cui il dosaggio cambi e diventi più alto
  • Se è necessario misurare le dosi in mezze unità, assicurarsi di scegliere una siringa con questi segni
  • Se viaggi all’estero, devi avere cura di abbinare la tua insulina alla siringa della dimensione corretta

Come funziona l’insulina

Quando si tratta di insulina, imparerai tre termini:

  1. inizio
  2. picco (punta massima della funzione)
  3. durata

L’inizio è il tempo impiegato dall’insulina per abbassare la glicemia. L’ora di punta è quando è alla sua massima potenza e la durata è per quanto tempo continua a funzionare.

Diversi tipi di insulina

Ecco una rapida occhiata ai diversi tipi di insulina.

Se hai bisogno di un mix di due tipi, puoi parlare con il tuo medico di ottenere una fornitura pre-miscelata.

  1. l’insulina ad azione rapidainizia a funzionare circa 15 minuti dopo l’iniezione, raggiunge il picco in circa 1 ora e continua a funzionare per 2-4 ore
  2. l’insulina regolare o ad azione breve disolito raggiunge il flusso sanguigno entro 30 minuti dall’iniezione, raggiunge picchi da 2 a 3 ore dopo l’iniezione ed è efficace per circa 3-6 ore
  3. l’insulina ad azione intermedia o lentageneralmente raggiunge il flusso sanguigno circa 2-4 ore dopo l’iniezione, raggiunge picchi da 4 a 12 ore dopo ed è efficace per circa 12-18 ore
  4. l’insulina ad azione prolungata o ultralentaraggiunge il flusso sanguigno diverse ore dopo l’iniezione e tende a ridurre i livelli di glucosio in modo abbastanza uniforme per un periodo di 24 ore

 

 

Iniziare la terapia insulinica

Con l’aiuto del tuo specialista, puoi trovare una trattamento insulinico che manterrà la glicemia quasi normale; ciò ti aiuterà a sentirti bene e ad adattare la terapia al tuo stile di vita

Il Diabete di tipo 1

Le persone con diagnosi di diabete di tipo 1 di solito iniziano con due iniezioni di insulina al giorno di due diversi tipi di insulina e generalmente passano a tre o quattro iniezioni al giorno di insulina di diversi tipi.

I tipi di insulina utilizzati dipendono dai loro livelli di glucosio nel sangue. Gli studi hanno dimostrato che tre o quattro iniezioni di insulina al giorno offrono il miglior controllo della glicemia e possono prevenire o ritardare i danni agli occhi, ai reni e ai nervi causati dal diabete.

Il Diabete di tipo 2

La maggior parte delle persone con diabete di tipo 2 potrebbe aver bisogno di una iniezione al giorno senza alcuna pillola per il diabete. Molti hanno bisogno di una singola iniezione di insulina la sera (a cena o prima di coricarsi) insieme alle pillole per il diabete.

A volte (dopo molti anni di trattamento con le compresse) le pillole per il diabete smettono di funzionare e le persone con diabete di tipo 2 iniziano ad utilizzare più intensamente l’insulina. 

Ottimizzare la tua glicemia

Molti fattori influenzano i livelli di zucchero (glucosio) nel sangue:

  • Ciò che si mangia
  • Quanto e quando ti alleni
  • In quale sede del corpo inietti l’insulina
  • Alcuni stati di malattia (ad esempio le infezioni)
  • Alcuni farmaci (ad esempio il cortisone)
  • Lo stress
Cosa è l’autocontrollo

Controllare il livello di glucosio nel sangue e esaminare da solo i risultati può aiutarti a capire in che modo l’esercizio fisico, un evento emozionante o cibi diversi agiscono sui livelli di glucosio nel sangue.
Controllare da soli la glicemia (autocontrollo) può aiutare a evitare livelli troppo bassi o alti di glucosio nel sangue.
Puoi anche usare queste informazioni per prendere alcune decisioni sulla dose di insulina da somministrare, sul cibo e sull’attività fisica.

Penne per l'insulina

Non esistono solo siringhe. In commercio esistono dei dispositivi chiamate “penne” per somministrare l’insulina. Contengono una cartuccia di insulina che viene inserita nella penna e alcune sono pre-riempite con insulina e possono essere eliminate dopo che tutta l’insulina è stata utilizzata.
La dose di insulina da somministrare viene composta sulla penna (girando una parte della penna stessa) e l’insulina viene iniettata attraverso un ago, proprio come se si utilizzasse una siringa.
Le cartucce e le penne preriempite per insulina contengono solo un tipo di insulina. È necessario somministrare due iniezioni con una penna per insulina se si usano due tipi di insulina.

Terapia della pompa

Le pompe di insulina aiutano a gestire il diabete somministrando insulina 24 ore al giorno attraverso un catetere posto sotto la pelle.

La rotazione del sito di somministrazione dell’insulina
La posizione sul corpo in cui si inietta l’insulina influenza il livello di glucosio nel sangue.
L’insulina entra nel sangue a velocità diverse se iniettata in diversi siti.
Le dosi di insulina funzionano più velocemente se somministrati nell’addome.
L’insulina invece arriva nel sangue più lentamente se iniettata nella parte superiore delle braccia e ancora più lentamente nelle cosce e nei glutei.
L’iniezione di insulina nella stessa area (ad esempio l’addome) darà i migliori risultati. Questo perché l’insulina raggiungerà il
sangue con la stessa velocità circa ad ogni somministrazione.
Sarebbe meglio non iniettare l’insulina esattamente nello stesso posto ogni volta, ma spostarsi nella stessa area di qualche centimetro.
Chiedi al tuo medico dove è meglio iniettare l’insulina.

 

La rotazione del sito di somministrazione dell’insulina

La posizione sul corpo in cui si inietta l’insulina influenza il livello di glucosio nel sangue. 

L’insulina entra nel sangue a velocità diverse se iniettata in diversi siti. 

Le dosi di insulina funzionano più velocemente se somministrati nell’addome. 

L’insulina invece arriva nel sangue più lentamente se iniettata nella parte superiore delle braccia e ancora più lentamente nelle cosce e nei glutei. 

L’iniezione di insulina nella stessa area (ad esempio l’addome) darà i migliori risultati. Questo perché l’insulina raggiungerà il sangue con la stessa velocità circa ad ogni somministrazione.

Sarebbe meglio non iniettare l’insulina esattamente nello stesso posto ogni volta, ma spostarsi nella stessa area di qualche centimetro. 

Chiedi al tuo medico dove è meglio iniettare l’insulina.

Contatta il Prof. Peverini

×

Powered by WhatsApp Chat

× Possiamo esserle d'aiuto?